Regime convenzionato

In regime convenzionato:

L’accesso dei pazienti al trattamento riabilitativo avviene tramite l’impegnativa del medico di base, su richiesta avvenuta da un medico specialista che dev’essere compilata con tutti i seguenti dati:
anagrafici relativi all’utente;
codice fiscale;
tipo di prestazione;
diagnosi medica;
timbro e firma del medico;
data di validità della prescrizione del medico di curante.

La richiesta di presa in carico dell’utente può essere inoltrata:
dalla struttura ospedaliera (al momento delle dimissioni);
dai servizi territoriali;
dalle aziende sanitarie.

In alternativa la presa in carico può essere effettuata in seguito alla visita del fisiatra o del medico responsabile della struttura attraverso una visita che può essere richiesta dal paziente o da un suo familiare.

In seguito all’inserimento viene svolta un piano progetto riabilitativo individuale da parte dell’equipe multidisciplinare che stabilisce l’iter terapeutico/riabilitativo e diagnostico.
Per poter accedere al centro in regime convenzionato e non convenzionato non è richiesto nessun titolo di invalidità

PRESTAZIONI CONVENZIONATE IN BASE ALL’EX ART. 26 POSSONO ESSERE SUDDIVISE COME DI SEGUITO SPECIFICATO:
AMBULATORIALE:
Tutti i pazienti che possono essere trasportati in ambulatorio, in base ad una visita da parte di un medico specialista, che in collaborazione con l’equipe para medica stabilisce la possibilità del trasporto (motivo essenziale sono le barriere architettoniche). In seguito si elabora un progetto riabilitativo individualizzato che stabilisce l’iter diagnostico, terapeutico o riabilitativo.

DOMICILIARE:
Riguarda tutti i pazienti che con grave disabilità non possono essere trasportati, in quanto affetti da patologie neurologiche gravi. Infatti il trattamento viene svolto in pazienti allettati. La visita dell’equipe medica viene fatta a domicilio dell’utente. In seguito si elabora un progetto riabilitativo individualizzato che stabilisce l’iter diagnostico, terapeutico o riabilitativo.
Le prestazioni ambulatoriali e domiciliari sono svolte di norma in tre fasi (dipende dalla momento di ingresso alle prestazioni terapeutiche ) diverse:
– Intensiva: prestazione erogata all’insorgenza della malattia, ai fini di favorire un maggior recupero, cercando di contenere e ridurre l’entità della menomazione.
– Estensiva: prestazione erogata successivamente alle prestazioni intensive e in quelle patologie degenerative.
– Mantenimento: prestazione mirata al mantenimento degli obiettivi raggiunti nella fase intensiva e estensiva.
Questa prestazione viene nella maggioranza dei casi integrata con dell’attività sociale (legge 162/98).

All’interno delle riabilitazione si trovano varie caratteristiche come: la rieducazione funzionale, neurologica, respiratoria, sociale, psicologica e la terapia occupazionale.

SCLEROSI MULTIPLA – ICTUS
Malattie neurodegenerative come la Sclerosi multipla e patologie neurologiche come Ictus in regime convenzionato ex art. 26